Comune di Serra Riccò (GE)

IUC (IMU-TASI)

Stemma
Home page » Amministrazione » IUC (IMU-TASI)
IUC (IMU-TASI)

Strumento per il calcolo della IUC (IMU e TASI)

logo calcolo IUC, IMU, TASIIl Comune di Serra Riccò, in collaborazione con ANUTEL (Associazione Nazionale Uffici Tributi Enti Locali), mette a disposizione della cittadinanza uno strumento per il calcolo dell'importo della IUC (IMU e TASI) e la compilazione dei modelli F24 da utilizzare per il pagamento.

Per accedere allo strumento fare clic sul collegamento seguente (si aprirà una nuova pagina o scheda, che fa riferimento ad un sito esterno a quello del Comune):
Calcolo IUC Comune di Serra Riccò.

IMU 2016

Con deliberazione consiliare n. 11 in data 29.4.2016 sono state approvate le seguenti modifiche al regolamento per l’applicazione del tributo.

A partire dal 1 gennaio 2016 sono previste le seguenti riduzioni della base imponibile:

a) 50% per le unità immobiliari, fatta eccezione per quelle classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9, concesse in comodato gratuito dal soggetto passivo ai parenti in linea retta entro il primo grado che le utilizzano come abitazione principale, a condizione che il contratto sia registrato e che il comodante possieda un solo immobile ad uso abitativo in Italia e risieda anagraficamente nonché dimori abitualmente nello stesso Comune in cui è situato l’immobile concesso in comodato. Il beneficio si applica anche nel caso in cui il comodante oltre all’immobile concesso in comodato possieda nello stesso Comune un altro immobile adibito a propria abitazione principale, ad eccezione delle unità abitative classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9.
b) 25% nel caso di immobili locati a canone concordato di cui alla legge 9 dicembre 1998, n. 431, art. 2, comma 3, e 4, commi 2 e 3.

Ai fini dell’applicazione delle agevolazioni suindicate, il soggetto passivo deve presentare la dichiarazione prevista all’art. 9, comma 6 del decreto legislativo 14 marzo 2011, n. 23.
Soggetto passivo
Proprietario di immobili; titolari di diritti reali di usufrutto, uso, abitazione, enfiteusi e superficie sugli immobili, anche se non residenti nel territorio dello Stato o se non hanno ivi la sede legale o amministrativa o non vi esercitino l'attività. Per gli immobili, anche da costruire o in corso di costruzione, concessi in locazione finanziaria, soggetto passivo è il locatario a decorrere dalla data della stipula e per tutta la durata del contratto.
Oggetto
  • fabbricati, aree fabbricabili e terreni agricoli, siti nel territorio dello Stato, a qualsiasi uso destinati.
  • abitazioni principali esclusivamente classificate nella categoria catastale A/1, A/8 o A/9 e pertinenze della stesse (se accatastate come C/2, C/6 e C/7).
Agevolazioni ed esenzioni
L’IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA NON SI APPLICA:
  • all'abitazione principale, immobili assimilati e pertinenze degli stessi (in ragione di un solo immobile rispettivamente di categoria C02 - C06 - C07), ad eccezione di quelle classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9, per le quali continuano ad applicarsi l'aliquota di cui al comma 7 e la detrazione di cui al comma 10 dell'art. 13 del D.L. 6 dicembre 2011 n. 201, convertito con modificazioni con la legge 22 dicembre 2011 n. 214;
  • ai fabbricati rurali ad uso strumentale di cui al comma 8 del medesimo articolo 13 del decreto-legge n. 201 del 2011;
  • alle abitazioni possedute a titolo di proprietà o di usufrutto da anziani o disabili che acquisiscono la residenza in istituti di ricovero o sanitari a seguito di ricovero permanente, a condizione che le stesse non risultino locate;
  • all’unità immobiliare direttamente posseduta dai cittadini italiani non residenti nel territorio dello Stato ed iscritti all’Anagrafe degli italiani residenti all’estero (AIRE), già pensionati nei rispettivi paesi di residenza, a titolo di proprietà o di usufrutto in Italia, a condizione che non risulti locata o data in comodato d’uso;
  • ai fabbricati costruiti e destinati dall'impresa costruttrice alla vendita, fintanto che permanga tale destinazione e non siano in ogni caso locati;
  • alle unità immobiliari appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa, adibite ad abitazione principale e relative pertinenze dei soci assegnatari;
  • ai fabbricati di civile abitazione destinati ad alloggi sociali come definiti dal decreto del Ministro delle infrastrutture, di concerto con il Ministro della solidarietà sociale, il Ministro delle politiche per la famiglia e il Ministro per le politiche giovanili e le attività sportive del 22 aprile 2008, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 146 del 24 giugno 2008;
  • alla casa coniugale assegnata al coniuge, a seguito di provvedimento di separazione legale, annullamento, scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio;
  • a un unico immobile, iscritto o iscrivibile nel catasto edilizio urbano come unica unità immobiliare, posseduto, e non concesso in locazione, dal personale in servizio permanente appartenente alle Forze armate e alle Forze di polizia ad ordinamento militare e da quello dipendente delle Forze di polizia ad ordinamento civile, nonché dal personale del Corpo nazionale dei vigili del fuoco, e, fatto salvo quanto previsto dall'articolo 28, comma 1, del decreto legislativo 19 maggio 2000, n. 139, dal personale appartenente alla carriera prefettizia, per il quale non sono richieste le condizioni della dimora abituale e della residenza anagrafica.
Le aliquote per l’applicazione del tributo deliberate per l’anno 2016 sono le seguenti:

Tipologia immobile Aliquota
Immobili adibiti ad abitazione principale e relative pertinenze - Solo categorie A/1, A/8 e A/9 - CODICE TRIBUTO 3912  0,50%
Immobili destinati ad abitazione, ad eccezione di quelli classificati A/1, A/8 e A/9, acquistati ai sensi dell’art. 3 comma 131 della legge 28.12.2005, n. 249. L’aliquota è applicabile per i sei mesi successivi alla data dell’atto di compravendita dell’immobile.
Per aver diritto all’agevolazione suindicata il soggetto passivo deve presentare, entro il termine per il pagamento, idonea dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà ai sensi dell’art. 47 della legge 28.12.2000, attestante che l’immobile è stato acquistato con le agevolazioni di cui alla legge 249/2005. - CODICE TRIBUTO 3918
 0,53%
ALTRI IMMOBILI
(esclusi gli immobili adibiti ad abitazione principale suindicati) – CODICE TRIBUTO 3918
 1,06%
AREE EDIFICABILI – CODICE TRIBUTO 3916  1,06%
TERRENI AGRICOLI (esclusi i terreni dei terreni agricoli posseduti e condotti dai coltivatori diretti e dagli imprenditori agricoli professionali di cui all’articolo 1 del decreto legislativo 29 marzo 2004, n. 99, iscritti alla previdenza agricola, indipendentemente dalla loro ubicazione e dei terreni agricoli a immutabile destinazione agrosilvo-pastorale a proprietà collettiva indivisibile e inusucapibile – CODICE TRIBUTO 3914  1,06%

CODICE TRIBUTO Fabbricati Gruppo “D” 3925/Stato – 3930/Comune
Scadenza rate
1^ RATA: 16 GIUGNO 2016
2^ RATA: 16 DICEMBRE 2016
Modalità di pagamento
Il versamento dell’imposta può essere effettuato, indicando sempre il codice catastale del Comune (I640), mediante modello F24 presso le banche o gli uffici postali o con versamento mediante conto corrente postale n. 1008857615 reperibile presso gli uffici postali.
CODICI TRIBUTO:
Terreni : 3914
Aree Edificabili: 3916
Altri fabbricati : codice 3918
Fabbricati gruppo D : codice 3925/ Stato - codice 3930/ Comune

TASI 2016

Il tributo è stato abolito per le unità adibite ad abitazione principale e relative pertinenze ad esclusione delle unità classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9.
Con deliberazione consiliare n. 13 in data 29.4.21016 sono state approvate le seguenti aliquote per il pagamento dell’imposta:

Tipologia immobile Aliquota
Fabbricati rurali ad uso strumentale, così come definiti dall’art. 9, comma 3 bis del D.L. n. 557/1993 - CODICE TRIBUTO 3959
 0,10%
Fabbricati costruiti e destinati dall’impresa costruttrice alla vendita, fintanto che permane tale destinazione e non siano in ogni caso locati - CODICE TRIBUTO 3961
 0,30%
Altre fattispecie imponibili diverse da quelle di cui ai punti precedenti  0,00%
Scadenza rate
1^ RATA: 16 GIUGNO 2016
2^ RATA a saldo del totale annuo dovuto: 16 DICEMBRE 2016
Modalità di pagamento
Il versamento dell’imposta può essere effettuato, indicando sempre il codice catastale del Comune (I640), mediante modello F24 presso le banche o gli uffici postali.
Comune di Serra Riccò
Via A. Medicina, 88 – 16010 Serra Riccò (GE)
Telefono: 010 726731 (centralino) Fax: 010 752275
C.F. e P. IVA: 00853850105
info@comune.serraricco.ge.it
Codice IBAN C/C Tesoreria: IT 47 T 06175 32220 000000367190
Posta certificata: comune.serraricco.ge@halleycert.it
Privacy - Note legali - Elenco siti tematici
- Inizio della pagina -
Sito conforme W3C Css 2.0 Sito conforme W3C XHTML 1.0
Il portale del Comune di Serra Riccò è un progetto realizzato con il CMS ISWEB di Internet Soluzioni S.r.l..
Realizzazione a cura di MC2 s.a.s., azienda specializzata in accessibilità e siti internet accessibili, siti internet per aziende, consulenza per servizi internet e informatici.
Il progetto Comune di Serra Riccò (GE) è sviluppato con il CMS ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it